Vendita dell’auto sottoposta a fermo amministrativo.

Acquistare un’autovettura sottoposta a fermo amministrativo non non ci si accolla i debiti che hanno portato all’emissione della misura cautelare, ma è  il vecchio proprietario, che ha venduto la propria auto, a dover saldare i debiti con il fisco, mentre l’acquirente, prima di acquistare l’auto, deve controllare il certificato di proprietà emesso dal Pra per verificare che il mezzo non sia gravato da un fermo. Se il fermo esistesse veramente, il nuovo proprietario non potrebbe circolare con il mezzo e potrebbe subire le conseguenze di un eventuale pignoramento. Pertanto fino a quando il debito non sarà saldato o cancellato, il concessionario della riscossione può comunque attivarsi sul patrimonio del vecchio proprietario.

 

Leggi articolo stampa