Archivio mensile: marzo 2013

Frodi carosello, costi detraibili

Per la I Sezione della Commissione Tributaria Regionale del Lazio (sentenza n. 41/1/13) i costi documentati da fatture soggettivamente inesistenti sono deducibili dal reddito. Tale assunto è valido anche se l’acquirente è consapevole del carattere fraudolento della c.d. «frode carosello».