La rettifica anti-elusiva deve chiedere chiarimenti

La Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia, con la sentenza n. 68/02/2013, ha stabilito che non è possibile la rettifica dell’imposta di registro basata sulla norma anti-elusiva senza la preventiva richiesta di chiarimenti al contribuente. Diversamente, infatti, l’atto di accertamento deve essere considerato nullo.