Un anno di tempo per il fallimento

Secondo la I Sezione civile della Corte di Cassazione (sentenza n. 8932 depositata il 12 aprile) deve essere revocato il fallimento dichiarato quando è trascorso più di un anno dalla cancellazione della società dal registro delle imprese: l’istanza del creditore, sia pure presentata tempestivamente, non è determinante e non ha effetti prenotativi.