Il richiamo ad altri contratti integra una clausola abusiva

Con la sentenza 21 marzo 2013, riferita alla causa n. C-92/11, la Corte di Giustizia U.E. ha statuito che una clausola contrattuale che riproduce il contenuto di una norma applicabile per un’altra tipologia di contratti e che attribuisce un potere di modifica del prezzo ad un’unica parte, deve essere considerata abusiva.