L’OCSE smonta il redditometro

Il segretario generale dell’OCSE, Angel Gurrìa, in occasione della presentazione del rapporto sull’economia italiana, ha “smontato” il redditometro italiano dichiarando che «misure come il redditometro fanno aumentare i costi amministrativi destinati a contrastare l’evasione e fanno pesare un onere ingiusto sulle persone e le imprese rispettose della legge che si comportano onestamente e pagano le tasse. Bisogna chiedersi se tali costi si giustificano».