Lavoro a chiamata, basta l’sms

Fissate con dm le regole per la denuncia preventiva degli intermittenti. Online o via Pec Per prestazioni entro 12 ore è sufficiente un messaggio Fissate le nuove modalità di denuncia preventiva della chiamata al lavoro degli intermittenti. Dal 3 luglio, infatti, l’avvio di prestazioni intermittenti deve essere preceduto da una comunicazione in via telematica effettuabile online (dal sito www.cliclavoro.gov.it) o tramite posta elettronica certificata (Pec) utilizzando il modello Uni-Intermittenti. Nel caso di lavoro da esplicarsi entro le successive 12 ore, invece, la comunicazione preventiva si può fare con un semplice Sms indicando almeno il codice fiscale del lavoratore. Le nuove modalità sono state stabilite dal decreto ministeriale del 27 marzo 2013 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 141/2013 …