L’avviamento esclude il titolare

Il valore della ditta va calcolato al netto della remunerazione all’imprenditore Il valore di avviamento di una ditta individuale si calcola al netto della remunerazione al titolare per il lavoro svolto. Quest’ultima, infatti, rappresenta un costo sostenuto dall’impresa che deve essere portato in diminuzione dei ricavi percepiti. Pertanto va annullata la rettifica con cui il Fisco ha contestato una maggiore imposta di registro e le corrispondenti sanzioni. A stabilirlo è la sentenza 27/02/2013 della Commissione tributaria di secondo grado di Trento …