Senza P.E.C. non c’è sanzione

Le imprese individuali che comunicheranno l’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) oltre il termine del prossimo 1° luglio non subiranno l’applicazione di alcuna sanzione. Lo Sviluppo economico ha precisato che, in caso di omessa comunicazione della P.E.C. entro il termine indicato, «l’ufficio del registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un’impresa individuale che non ha iscritto il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata, in luogo dell’irrogazione della sanzione prevista dall’articolo 2630 del Codice Civile, sospende la domanda fino a integrazione della domanda con l’indirizzo di Posta Elettronica Certificata».