Quote rosa nell’azienda pubblica

Con la circolare n. 23 dell’Assonime, in materia dei quote di genere nelle società non quotate controllate da pubbliche amministrazioni, viene precisato che il collegio sindacale ha il dovere di vigilare sulla corretta composizione degli organi di amministrazione e controllo: sono esclusi dalla normativa il sindaco unico o l’amministratore unico.