Beni strumentali, Irap mai automatica

I giudici con l’ordinanza del 25 luglio 2013 n. 18108 della Corte di Cassazione, ribaltano la tesi dell’agenzia delle Entrate che aveva fissato il limite sulla base delle previsioni relative ai minimi una decisione formulata sulla base di quanto affermato dall’agenzia delle Entrate e che, quindi, deve essere prontamente superato, fornendo agli Uffici locali nuove istruzioni per gestire gli accertamenti e il contenzioso sui rimborsi Irap. Infatti per la Cassazione il valore di beni strumentali impiegati nell’esercizio dell’attività superiore a 15mila euro non può costituire, di per sé, indizio di una attività organizzata in forma tale da determinare l’automatico assoggettamento a Irap del contribuente.