Fisco, dichiarazioni pericolose

Le dichiarazioni rilasciate dai dipendenti, non in linea con le scritture contabili, insieme a dodici diversi pagamenti elettronici privi di riscontro fiscale, contribuiscono a formare quelle prove, numerose e ripetute, che consentono all’ufficio di effettuare un accertamento induttivo: è quanto ha stabilito la VI Sezione della Commissione Tributaria Regionale della Lombardia, con la sentenza n. 63/6/13 del 13 maggio.