Nel mirino i clienti dei professionisti

I clienti di professionisti, commercianti e artigiani, potrebbero essere chiamati dalla Guardia di Finanza per rispondere ad un questionario sui rapporti e sui contratti stipulati. Per i clienti l’alternativa è obbligata: rivelare l’esatto importo delle prestazioni fatturate e non incorrere in ulteriori fastidi, oppure tentare di difendere i dati formali del rapporto intrattenuto con l’imprenditore o il professionista, ma infilandosi in questo caso in un percorso a ostacoli.