Possibile il 730 per chi ha perso il «sostituto»

Con un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate sono stati indicati i termini e le modalità applicative per il 2013 per la presentazione del Modello 730 da parte dei contribuenti privi del sostituto d’imposta.

Inoltre, con la circolare n. 28/E, l’Agenzia delle Entrate ha illustrato le novità per gli interessati e per i soggetti che prestano l’assistenza fiscale: in caso di chiusura del Modello 730 a credito, sarà la stessa Agenzia delle Entrate ad eseguire il rimborso come un normale datore di lavoro o ente pensionistico. Il contribuente potrà anche “accorciare” i tempi per il rimborso, comunicando il proprio codice bancario IBAN all’Agenzia.

La norma entrerà in vigore dal 2014, ma già quest’anno, dal 2 al 30 settembre, si potrà presentare, tramite un C.A.F. o un professionista abilitato, il Modello 730/2013 che chiude a credito.