Studi, cause d’esclusione ampie

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 30/E, ha ampliato le fattispecie che giustificano l’esclusione dall’applicazione degli studi di settore; in particolare, si evidenziano: gli eventi sismici del 2012 e la cessazione dell’attività prevalente in corso d’anno con continuazione della o delle attività secondarie.