Sui diritti camerali «perdono» a costi ridotti

Ravvedimento agevolato per versamenti insufficienti. Le sanzioni irrogabili nel caso di errori o insufficienti versamenti del diritto annuale dovuto per l’iscrizione alla Camera di commercio si adeguano ai criteri applicabili ai tributi in generale. Lo ha chiarito il ministero dello Sviluppo economico con la nota 172574 del 22 ottobre al fine di rendere uniformi le regole sanzionatorie previste per le violazioni sul pagamento del diritto annuale ai principi indicati dall’agenzia delle Entrate con la circolare 27/E del 2013.