Iva dovuta per i lavori su un immobile gratuito

La Corte di giustizia Ue sugli oneri a carico dell’impresa L’impresa che assume l’impegno di ristrutturare e arredare un immobile del quale ha ottenuto gratuitamente il diritto di utilizzazione e di locazione a terzi, effettua nei confronti del proprietario una prestazione di servizi a titolo oneroso, imponibile a Iva. Il diritto di utilizzare l’immobile, infatti, rappresenta il corrispettivo dei lavori di miglioramento che, alla scadenza del contratto, resteranno acquisiti dal proprietario. È quanto emerge dalla sentenza pronunciata dalla Corte di giustizia Ue, il 26 settembre 2013