La pratica gratuita ad amici e parenti non è in «nero»

L’Amministrazione Finanziaria non può rettificare maggiori compensi sulla base della presunzione secondo cui i professionisti non sono soliti prestare i propri servizi a titolo gratuito: è quanto ha stabilito la sentenza n. 365/04/2013 della Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza.