Più regimi per vendere le cubature

Le tipologie di cedente e terreno condizionano il trattamento tributario Il trattamento tributario ai fini delle imposte dirette (Irpef/Ires/Irap) e indirette (registro/Iva) dell’atto di cessione di volumetria edificabile dipende dall’esatta individuazione della natura giuridica di questo tipo di atto. Dottrina e giurisprudenza hanno a lungo dibattuto sulla natura e sugli effetti giuridici di tale negozio di cosiddetta “cessione di cubatura”, con il quale una determinata volumetria edificabile viene “trasferita” in modo tale da renderla utilizzabile da parte di un altro soggetto diverso dal proprietario del terreno cui questa volumetria originariamente compete. La tesi diventata via via prevalente – condivisa dalla Norma n. 189 emanata ieri dalla Commissione norme di comportamento e di comune interpretazione in materia tributaria della Associazione italiana dottori commercialisti di Milano – ritiene che questo negozio giuridico sia assimilabile alla costituzione e cessione a terzi di un diritto reale (ancorché atipico) di godimento su cosa altrui (servitù di non edificare o cessione dello jus aedificandi).