Punite abitazioni sfitte e comodati

Saranno soggetti a prelievo maggiorato gli immobili abitativi che il proprietario non è riuscito ad affittare. Per il grande ritorno dell’Irpef la scelta finisce per colpire chi non riesce ad affittare la casa. Nell’ultima versione del Ddl di Stabilità, infatti, la copertura per la deducibilità del 20% dell’Imu per imprese e professionisti trova la sua copertura nella tassazione al 50% della rendita catastale delle abitazioni non principali. La norma, attualmente contenuta all’articolo 23 del disegno di legge, non sembra oscura: Le conseguenze sono evidenti: dato che la seconda casa posseduta nel Comune in cui si abita è stata evidentemente comprata per investimento, cioè per affittarla, chi non riesce a trovare un inquilino viene colpito dal Fisco.