Se la società non versa le imposte rischia anche il prestanome

Anche il prestanome della società che non ha versato le imposte rischia una condanna per evasione fiscale e dichiarazione infedele. Ciò a patto che l’accusa provi il potere di ingerenza dell’imputato nella gestione imprenditoriale. Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 47110 del 27 novembre 2013, ha accolto il ricorso della Procura di Brescia contro l’assoluzione pronunciata dal Tribunale di Treviglio.