Beni ai soci, incognita valore di mercato del bene

Per l’adempimento della comunicazione dei beni in uso ai soci e familiari,i contribuenti fuori tempo massimo, sono in tempo di rientrare dalla finestra concessa fino al 31 gennaio 2014 che, però, porta con sé molti punti interrogativi per quel che riguarda le caselle del rigo Bg9. Uno dei casi più frequenti è quello dei valori da indicare per le auto, ovvero quello che nasce dall’auto che viene concessa ai soci di società di persone. Il modello richiede l’indicazione di due dati: il corrispettivo relativo al bene, cioè quanto il socio eventualmente paga alla società per l’uso dell’auto, e il valore di mercato dell’utilizzo stesso. Due le soluzioni possibili: o il valore di mercato è uguale al valore-benefit e il corrispettivo è uguale ai costi indeducibili sottratti con la differenza, o il valore di mercato è uguale al valore-benefit al netto dei costi indeducibili e il corrispettivo è uguale a Zero sottratti della differenza.