Cessione low cost

Nelle cessioni d’azienda, le passività trasferite nell’atto decurtano il valore per l’applicazione dell’imposta di registro, anche se le stesse appaiono sproporzionate rispetto al prezzo di cessione pattuito; elemento essenziale è che la loro esistenza risulti dalle scritture contabili dei contraenti. Per sostenere, di contro, che talune passività siano state trasferite con intento elusivo, al solo fine di ottenere un indebito risparmio d’imposta, l’amministrazione dovrà fornire validi elementi di prova, piuttosto che limitarsi ad evidenziare il minor esborso erariale. I suddetti principi si evincono dalla sentenza n. 107/03/13 della Ctp di Varese.