Diritti camerali: gli importi non aumentano

Una nota del ministero dello Sviluppo economico del 5 dicembre, specifica che non cambiano gli importi del diritto annuale dovuto dalle imprese per il 2014 alle Camere di commercio. Gli importi per categoria di imprese sono (in euro): 88 per impresa individuale iscritta nella sezione speciale piccoli imprenditori; 200 per impresa individuale iscritta nella sezione ordinaria grandi imprenditori(caso molto raro); 200 per la società semplice non agricola e società tra avvocati(legge 96/2001); 100 per la società semplice agricola; 30 per l’organismo iscritto solo al Rea (riguarda le associazioni che svolgono attività economica e simili). Le altre società verseranno in giugno un importo basato sul fatturato del 2013 che viene ripartito in scaglioni. Queste società verseranno comunque il diritto minimo di 200 euro e lo stesso importo è dovuto anche dalle nuove società che si iscrivono nel corso del 2014. Le imprese che cessano entro dicembre 2013 sono esonerate dal diritto 2014 se richiedono la cancellazione dal registro imprese entro il 30 gennaio 2014.