Nessun debito fiscale per chi rinuncia all’eredità

Deve essere perciò annullata la cartella di pagamento per violazioni commesse dal contribuente deceduto, in quanto non esiste alcun obbligo nei confronti della persona mai divenuta erede del defunto, cioè dell’originario debitore. È escluso, dunque, che il Fisco possa disturbare le persone che rinunciano all’eredità. Per la Cassazione, con l’ordinanza 27093/13, udienza del 26 settembre 2013, depositata il 3 dicembre 2013, deve essere quindi rigettato il ricorso proposto dall’agenzia delle Entrate, che insisteva per la pretesa erariale nei confronti dell’erede. Pertanto l’erede che rinuncia all’eredità non è responsabile dei debiti del de cuius.