Sospensione del Durc quando scade il «vecchio»

Il ministero del Lavoro con l’interpello n. 33 di ieri in risposta alla richiesta di chiarimenti formulata dall’Ordine dei consulenti del lavoro circa la corretta individuazione dell’arco temporale di riferimento di non rilascio del Durc in presenza delle cause ostative indicate nell’allegato A del decreto del ministero del Lavoro del 24 ottobre 2007, risponde che la certificazione può sopravvivere all’accertamento degli illeciti e l’eventuale sospensione del documento unico di regolarità contributiva (Durc) e quindi dei benefici normativi ed economici in forza di una causa ostativa al suo rilascio, opererà necessariamente a far data dalla scadenza di un eventuale Durc (della durata di 120 giorni) rilasciato in precedenza per la stessa finalità.