Iva, reazione rapida solo per frodi improvvise

La procedura semplificata che consente agli stati membri di adottare temporaneamente il regime dell’inversione contabile, è attivabile soltanto di fronte a fenomeni fraudolenti «improvvisi» in materia di IVA e non, invece, quando le frodi sono in atto da tempo. Questa la motivazione con la quale la Commissione europea, con decisione di esecuzione dell’11 dicembre 2013, ha respinto la richiesta dell’Ungheria, che il 27 novembre aveva chiesto di essere autorizzata.