Rivalutazioni, effetto cessioni

Plusvalenze più basse per immobili oggetto di vecchie operazioni assegnati ai soci; Le fattispecie maggiormente interessate sono quelle delle operazioni di realizzo degli immobili rivalutati, anche in ipotesi di operazioni straordinarie. In particolare, alcune società in liquidazione, in sede di riparto finale, hanno l’esigenza di assegnare immobili rivalutati ai soci, anziché cedere gli stessi sul mercato. Le regole sin qui descritte, peraltro, troveranno applicazione anche in riferimento alla nuova legge di rivalutazione da effettuare nei bilanci dell’esercizio 2013; infatti, anche in tal caso la legge prevede un differimento degli effetti fiscali della rivalutazione (al 1° gennaio 2017) in caso di operazioni di realizzo e, quindi, la cessione/assegnazione, la destinazione a finalità estranee all’esercizio di impresa o l’autoconsumo dell’imprenditore individuale di beni rivalutati produrranno i diversi effetti sulla società prima illustrati, sia con riguardo alle plusvalenze sia in relazione al saldo attivo di rivalutazione.