Prima casa, sconti TASI a misura di Comune

Nell’impianto normativo, introdotto dal Governo venerdì scorso, i Comuni potranno introdurre l’aumento dell’aliquota Tasi sulla prima casa dal 2,5 al 3,3, introdurre delle detrazioni, ma anche «altre misure». Le delibere locali potranno da un lato introdurre delle detrazioni, dall’altro potranno rimodulare le aliquote, che potrebbero essere diminuite o aumentate. Il sottosegretario a Palazzo Chigi, Graziano Delrio, ha dichiarato «la Tasi è una tassa municipale che andrà regolata dai sindaci, che saranno in grado di renderla più equa e flessibile, come è giusto che sia».