Rifiuti speciali senza la TARI

Le superfici in cui vengono prodotti rifiuti speciali non sono assoggettabili alla Tari, ma nella determinazione della superficie tassabile non si calcola solo quella parte dove si formano questi rifiuti in modo continuativo e prevalente è questo quello che stabilisce l’art. 1, commi 649 e 661, della Legge di Stabilità (n.147/2013), come modificato dall’art. 2, comma 1, lettera e) del dl sulla finanza locale (16/2014). Il tributo non è dovuto neppure per le quantità di rifiuti assimilati agli urbani che il produttore dimostri di aver avviato al recupero. Ci si chiede se, qualora sussista il requisito della continuità e prevalenza, non possano essere tassate integralmente le superfici in cui si producono anche rifiuti speciali