Tari, contenziosi dietro l’angolo

Per l’esenzione Tari, valida per i rifiuti assimilati, le amministrazioni, devono cautelarsi con opportune misure in grado di mettere in sicurezza piani finanziari e bilanci. Il dl 16/2014 ha stabilito che la nuova tassa sui rifiuti non è dovuta per quelli che il produttore dimostri di avere avviato al recupero, come già previsto dal comma 661 della l 147/2013. È stata, invece, abrogata la seconda parte del precedente comma 649, che (con una palese contraddizione) lasciava alla discrezionalità dei sindaci l’introduzione e la modulazione dei relativi sconti. A rigore, la detassazione non compete per tutte le superfici su cui si producono rifiuti assimilati: essa, al contrario, dovrebbe essere proporzionale alla quantità di rifiuti che il produttore smaltisca autonomamente e a proprie spese…