Via al piano casa: cedolare secca al 10%

Dal Consiglio dei Ministri oltre ad altri importanti provvedimenti è uscita anche la riduzione della cedolare secca dal 15 al 10% per chi affitta la casa di proprietà a canone concordato entrerà subito in vigore, visto che è la principale scommessa del governo per riattivare il mercato degli affitti calmierati. Stessa sorte per la detrazione fiscale innalzata fino a 900 euro annui in favore gli inquilini (sempre a canone concordato) con reddito inferiore a 15.493,71 euro. Tempi non brevissimi, invece, per ilpiano di riqualificazione degli alloggi Iacp da 468 milioni che dovrebbe consentire il recupero di 17mila alloggi l’anno.