Bonus «fisso»: 80 euro fino a 24mila

Il decreto Renzi nella sua ultima versione fa emergere l’attribuzione di un «credito» crescente, pari al 4% del reddito complessivo, per i dipendenti che dichiarano fino a 16mila euro e per tutti i lavoratori dipendenti e i collaboratori (assimilati) che hanno un reddito compreso fra 8mila e 24mila euro all’anno il (bonus) vale 640 euro, mentre per chi si attesta nella fascia 24-26mila euro c’è un piccolo “decalage” che assicura aiuti discendenti al crescere del reddito. Il decreto è stato controllato e vistato dalla Ragioneria generale per la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale cancella la “scala” che avrebbe finito per dare meno aiuti a chi ha un reddito più leggero.