Case in affitto, rompicapo TASI

Il DL n. 16 convertito in Legge dalla Legge di conversione n. 68 del 2014 ha ridefinito la tempistica dei versamenti, per cui la Tasi andrà pagata, a regime, in due rate con le stesse scadenze dell’Imu. Per il solo anno 2014 sono dettate regole diverse, infatti le prime case pagheranno tutto in un’unica rata entro il 16 dicembre, salvo il caso in cui la deliberazione del comune che fissa l’aliquota sia pubblicata sul sito del Mef entro il 31 maggio, oltretutto versare l’acconto Tasi per gli immobili locati nei comuni che approveranno il regolamento dopo il 16 giugno sarà impossibile. Mentre sugli immobili diversi dall’abitazione principale, invece, qualora il comune non abbia deliberato una diversa aliquota entro il 31 maggio, la prima rata andrà versata applicando l’aliquota base (1 per mille) e a dicembre si pagherà l’eventuale conguaglio.