Fatturazione elettronica in tilt sui termini

Per la conservazione delle fatture elettroniche emesse, rischio cortocircuito tra il nuovo obbligo di emissione della fattura elettronica (6 giugno 2014) e l’obbligo di conservazione delle fatture, obbligo previsto attualmente entro 15 giorni dalla emissione/ricezione del documento. Il problema, individuato da tempo da tecnici ministeriali, associazioni e forum nazionale della fattura elettronica, potrebbe non trovare una tempestiva soluzione se non venisse immediatamente emanata la nuova versione del decreto del ministero dell’Economia del 23 gennaio 2004 che prevede le regole fiscali per la conservazione dei documenti elettronici e che indica, ancora oggi, come obbligatoria la conservazione delle fatture entro 15 giorni dalla loro emissione o dalla loro ricezione. il Forum Italiano sulla fatturazione elettronica ha trasmesso al Dipartimento delle Finanze una proposta di nuovo decreto ministeriale, ex articolo 21, comma 5, del Cad per sostituire quello attualmente in vigore (Dm 23 gennaio 04). È pertanto urgente che il ministero emani il decreto “mancante” che ha, però, necessità del nulla osta del «Ministro competente all’innovazione e tecnologia», ministro formalmente inesistente le cui funzioni dovrebbero essere state assorbite dalla Funzione Pubblica.