IRPEF, test universitari detraibili

Tra i molti i chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate ai quesiti ricorrenti dei contribuenti, c’è quello riguardante la possibilità di scaricare dall’irpef le spese per la partecipazione alle prove di accesso ai corsi universitari nella misura del 19% dell’importo sostenuto: la norma agevolativa parlava solo di spese per le frequenza e iscrizione ai corsi universitari mentre le spese per i test di ammissione non sono letteralmente riconducibili a nessuna delle due fattispecie. Secondo l’agenzia si può usufruire del bonus mobili anche pagando la fattura con il bancomat o la carta di credito mentre è possibile pagare il canone di locazione anche in contanti versando l’importo dovuto su una carta di credito del locatario. Per il modello 730 viene precisato che può presentarlo anche il contribuente senza sostituto d’imposta che ha percepito nel 2013 compensi per lavori socialmente utili.