Notifica dell’avviso «vincolata»

Per la sentenza 1309/33/2014 della Ctr Lombardia, l’attestazione di invio da parte dell’agente postale non prova l’effettiva ricezione della raccomandata Illegittima la consegna al portiere senza cercare prima il destinatario La notifica dell’avviso di accertamento nelle mani del portiere è valida ed efficace solo a condizione che l’ufficiale giudiziario dia atto dell’assenza del destinatario e di averlo cercato per consegnargli l’atto nelle mani proprie. La controversia riguarda un accertamento consegnato al portiere dello stabile presso cui era domiciliato il contribuente destinatario dell’avviso. A sua volta il portiere aveva attestato l’assenza del destinatario con lo sbarramento della casella prevista nel modulo di ricevimento della raccomandata.