Termine, multa per chi sfora il tetto

il decreto 34/2014 (Disposizioni urgenti per favorire il rilancio dell’occupazione e per la semplificazione degli adempimenti a carico delle imprese), all’esame dei senatori della commissione lavoro, prevede una sanzione pecuniaria per le imprese che sforeranno la soglia del 20% dei contratti precari (sul complesso di quelli a tempo indeterminato), invece dell’assunzione stabile della «quota eccedente» di lavoratori. E altolà alla formazione obbligatoria per apprendisti, erogata dalle regioni, anche perché «il governo sta esaminando la norma, in relazione alla sua correttezza rispetto alla disciplina europea».