Via libera al bonus mobili allargato

Via libera alla legge di conversione del decreto casa; il via libera definitivo è previsto questa mattina. La novità più importante è quella che viene eliminato, dal 6 giugno 2013 fino al 31 dicembre 2014, il vincolo, introdotto dalla Stabilità 2014, in base al quale, per usufruire del bonus mobili, gli arredi e gli elettrodomestici devono costare meno della ristrutturazione, ma resta inalterata la soglia legata al tetto massimo di spesa, pari a 10mila euro. Viene anche confermata la cedolare secca sugli affitti a canone concordato; Mentre gli inquilini che hanno denunciato i loro affitti in nero si vedono cancellata una norma che gli consentiva di pagare canoni scontati, da una recente sentenza della Corte costituzionale (n. 50/2014): i “mini-canoni” vengono fatti salvi fino al 31 dicembre del 2015.