Un aiuto per dipendenti e imprese

Il decreto IRPEF ieri ha ricevuto il si definitivo alla Camera dei deputati. Tra i contenuti più importanti del decreto, spiccano il bonus da 80 euro mensili in busta paga, la proroga al 16 ottobre del pagamento della TASI per i Comuni in ritardo con le delibere, la riapertura della rateizzazione delle cartelle Equitalia, l’aumento nel 2014 dell’imposizione sui fondi pensione, che sale dall’11% all’11,50% con lo scopo di neutralizzare gli effetti dell’aumento della tassazione sulle rendite finanziarie sulle casse di previdenza, Il risparmio, per le imprese, del 10% dell’Irap e la rateizzazione in tre rate (16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre) del versamento dell’imposta sulla rivalutazione dei beni d’impresa, che originariamente  era previsto in un’unica soluzione.