Bonus 80 euro, rischio cartelle

Dal 1° gennaio 2011, infatti, è vietata la compensazione di crediti per imposte erariali, in presenza di debiti «iscritti a ruolo per imposte erariali e relativi accessori» di ammontare superiore a 1.500 euro, per i quali, al momento del versamento, è scaduto il termine di pagamento, cioè dopo 60 giorni dalla notifica della cartella (art. 31 del D.L. 78/2010); Però il maxiemendamento al D.L. 66/2014 (che è in fase di conversione) non ha chiarito come devono comportarsi i contribuenti che non possono utilizzare l’istituto della compensazione in F24 perché hanno dei debiti iscritti a ruolo di ammontare superiore a 1.500 euro. Comunque tra i debiti e i crediti per imposte erariali, che fanno scattare il divieto alla compensazione, sono esclusi i contributi e le agevolazioni erogati a qualsiasi titolo sotto forma di credito d’imposta, perché non sono importi anticipati dal contribuente.

Lascio un commento

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?