Deduzione dall’IRPEF delle erogazioni liberali effettuate a favore di confessioni religiose

Il Ministro dell’economia e delle finanze, ha emanato, il 30 Maggio 2014, tre distinti decreti pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n. 134 del 12 giugno 2014:

D.M. 30 maggio 2014, n. 4469
D.M. 30 maggio 2014, n. 4470
D.M. 30 maggio 2014, n. 4471

individuando le modalità di deduzione dall’Irpef delle erogazioni liberali in denaro effettuate, a decorrere dal 1° gennaio 2013, dalle persone fisiche a favore:

  • dell’Unione Induista Italiana, Sanatana Dharma Samgha;
  • della Sacra Arcidiocesi ortodossa d’Italia ed Esarcato per l’Europa Meridionale
  • dell’Unione Buddhista Italiana.

Tali oneri sono deducibili dal reddito complessivo fino all’importo di euro 1.032,91 e per usufruire della deduzione devono risultare ed esse presentati i seguenti documenti:

  • a) attestazione o ricevuta di versamento in conto corrente postale intestato all’ente beneficiario, contenente la causale dell’erogazione liberale;
  • b) ricevuta rilasciata dall’azienda di credito al cliente attestante l’avvenuto accreditamento dell’importo dell’erogazione liberale:in caso di effettuazione dell’erogazione mediante bonifico bancario o postale, ovvero mediante altri mezzi di pagamento bancario o postale;
  • c) quietanza liberatoria rilasciata a nome dell’ente beneficiario su appositi stampati predisposti e numerati e contenente il numero progressivo della quietanza, cognome, nome e comune di residenza del donante, l’importo dell’erogazione liberale e la causale dell’erogazione liberale, in caso di effettuazione dell’erogazione con assegno bancario.