Fattura elettronica più snella

L’Agenzia delle entrate con la Circolare n. 18/E del 24 giugno 2014 ha fornito chiarimenti in materia di fatturazione elettronica, secondo l’agenzia in presenza di una fattura emessa e ricevuta in formato elettronico, il cliente potrà comunque materializzare il documento e trattarlo come cartaceo, senza con ciò pregiudicare la natura «elettronica» del documento per il fornitore. . La circolare risolve anche alcuni quesiti specifici sollevati con riguardo alle novità in materia di fatturazione apportate dalla legge 228 del 2012.  Secondo quanto precisato nella circolare, la fattura differita può essere emessa anche in relazione a una singola cessione o prestazione, che la fattura cosiddetta «semplificata» può essere registrata riportando i soli elementi identificativi della controparte indicati nel documento e che può sostituire lo scontino o la ricevuta fiscale.