Fiducia su bonus IRPEF e taglio IRAP

Il decreto IRPEF votato alla Camera votando positivamente la fiducia, dopo le modifiche apportate al Senato., mentre oggi ci sarà il voto definitivo. Sono state confermate, le seguenti misure: il bonus da 80 euro nel 2014 per i lavoratori dipendenti con un reddito annuo tra gli 8mila e i 24mila euro, con un leggero decalage fino 26mila euro senza ulteriori estensioni ed il taglio strutturale dell’IRAP del 10% finanziato dall’aumento dal 20% al 26% della tassazione sulle rendite finanziarie, che viene però sterilizzato per le casse di previdenza con un contestuale innalzamento dall’11% all’11,5% della “tassa” sui fondi pensione. Resta l’imposta sulla rivalutazione dei beni d’impresa ma il pagamento è diluito in tre tranche (16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre) anziché in un’unica soluzione come previsto originariamente.