Per le semplificazioni un decreto bis

Entro l’estate, sarà pronto un secondo pacchetto di semplificazioni che contenga la riforma dei regimi agevolati delle imprese e le norme sulle società in perdita e sull’abolizione della solidarietà negli appalti, saltate nello schema di decreto approvato dal Consiglio dei ministri di venerdì scorso, questo è quello che ha annunciato il viceministro dell’Economia Casero  «Il nuovo passaggio – ha spiegato il viceministro – dovrà tener conto anche di calcoli forfettari per definire il reddito di alcune categorie: è forse giunto il momento per i piccoli imprenditori di riuscire a definire il reddito su entrate e uscite piuttosto che su costi e ricavi». Questo secondo pacchetto di semplificazioni potrebbero contenere anche la norma sull’allungamento da tre a cinque anni del periodo di perdita continuata che fa scattare la maxi Ires al 38% e lo stop alla solidarietà sulle ritenute non versate.