Accertamento solo per frodi redditizie

La Corte di cassazione con l’ordinanza n. 22364 del 22 ottobre 2014, afferma che può essere annullato l’accertamento a carico del socio e basato sull’elusione e sull’evasione fiscale dell’impresa quando l’imprenditore, stando al bilancio finale di liquidazione, non ha incassato il guadagno della frode fiscale; La sentenza impugnata, chiamata a verificare l’esistenza del titolo di responsabilità dei ricorrenti, i quali avevano dedotto fin dal ricorso introduttivo di non aver riscosso somme a seguito di ripartizione del bilancio finale, ha sbagliato a ritenere irrilevante la questione.

Fonte: Italia Oggi, pag.30, di Debora Alberici