Ravvedimento convalescente

La bozza della legge di stabilità 2015 prevede la revisione della disciplina del ravvedimento operoso nei tributi di competenza dell’Agenzia delle entrate, e la soppressione contestuale degli istituti dell’adesione ai processi verbali e agli inviti al contraddittorio; mentre la nuova disciplina si fonda sulla rimozione dei limiti temporali, limitazione delle cause ostative, concatenazione con la dichiarazione integrativa, favorendo l’obiettivo della cosiddetta «tax compliance», rivitalizzando lo strumento della regolarizzazione delle violazioni con auto-liquidazione delle sanzioni ridotte da parte dei trasgressori. 

Italia Oggi – Diritto e Fisco, Franco Ricca, pag. 27