Dal Fisco un preventivo online

20 milioni circa di italiani dal prossimo anno riceveranno la dichiarazione precompilata dal Fisco; Secondo l’Agenzia delle Entrate nel primo anno mancheranno molti dei dati necessari a ricostruire le spese che danno diritto a detrazioni o deduzioni, tra cui le spese per visite mediche o per l’acquisto di farmaci e nel 72% dei casi sarà necessario integrare i dati precompilati nel 2015, e il restante 28% potrebbe comunque necessitare di correzioni, dal momento che bisognerà verificare se le informazioni su redditi percepiti, detrazioni e deduzioni confluite alle banche dati dell’Amministrazione Finanziaria saranno esatti. La dichiarazione sarà consultabile dal singolo contribuente attraverso il sito internet dell’Agenzia delle Entrate. In alternativa è possibile delegare il sostituto d’imposta che presta assistenza fiscale, un CAF o un professionista abilitato.

Fonte: Il Sole 24 ore, Giovanni Parente, pag. 44