Split payment con l’interpello

L’Agenzia con la Circolare n. 1/E del 9 febbraio 2015, ha chiarito con un interpello se la normativa sullo split payment (il meccanismo di scissione dei pagamenti) va applicata a un determinato ente pubblico. Il documento anzitutto elenca gli enti nei cui confronti l’obbligo della scissione dei pagamenti deve ritenersi applicabile: sono gli enti cui si applica l’esigibilità dell’Iva differita ai sensi dell’art. 6, quinto comma, secondo periodo, del D.P.R. 633/72. Dopo aver indicato anche gli enti cui la disciplina dello split payment non va applicata, l’Agenzia suggerisce, per dare maggiori elementi di certezza agli operatori (fornitori e enti pubblici acquirenti), di avvalersi dell’Indice delle pubbliche amministrazioni (cosiddetto Ipa, indicepa.gov.it).

Fonte: Italia Oggi, Enzo Cuzzola, pag. 31