Sanabili le fatture con addebito dell’Iva

La risoluzione 67/E/2015 emessa dall’agenzia dell’entrate prevede una sanatoria che si applica anche ai contribuenti diversi da quelli che hanno iniziato l’attività prima del 1° marzo 2015. A tale conclusione è possibile pervenire sulla base dei chiarimenti forniti dalle precedenti circolari 7/E/2008 e 17/E/2012, dalle quali ha tratto “ispirazione” la stessa risoluzione. Nella circolare 7/E/2008 era stato precisato che soltanto se il contribuente avesse esercitato il diritto alla detrazione e proceduto alle liquidazioni periodiche del tributo il comportamento doveva considerarsi inequivocabilmente espressivo dell’opzione. La stessa regola appare applicabile ai contribuenti che hanno iniziato l’attività dopo il 28 febbraio 2015. Anche gli errori nella comunicazione delle opzioni (mancata o errata indicazione nel modello di inizio attività) non inficiano la validità delle stesse e possono essere corretti.

Fonte: Il Sole 24 Ore del 31/08/2015, pag.17